ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO - L’ Alternanza Scuola–Lavoro è un modello di apprendimento che permette ai ragazzi della scuola secondaria superiore di svolgere il proprio percorso di istruzione realizzando una parte della formazione presso un’Impresa o un Ente del territorio. Si tratta di una nuova visione della formazione, che nasce dal superamento della separazione tra momento formativo e applicativo, e si basa sull’idea che l’educazione formale,l’educazione informale e l’esperienza di lavoro possano combinarsi in un unico progetto formativo. L’Alternanza Scuola-Lavoro costituisce, pertanto, una vera e propria combinazione di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di lavoro, predisposte grazie alla collaborazione tra mondo delle organizzazioni e scuola.
L'alternanza scuola-lavoro, introdotta nell’ordinamento scolastico come metodologia didattica per la realizzazione dei corsi del secondo ciclo dall’art. 4 della legge 28/3/2003 n. 53 e disciplinata dal
21
successivo decreto legislativo 15/4/2005 n. 77, ha l’obiettivo di assicurare ai giovani, tra i 15 e i 18 anni, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato di lavoro. L’art. 4 e il decreto attuativo focalizzano l’attenzione su:
• il raccordo della scuola con il tessuto socio-produttivo del territorio
• l’apprendimento in contesti diversi quale metodologia didattica innovativa che risponde ai bisogni individuali di formazione e valorizza la componente formativa dell’esperienza operativa;
• lo scambio tra le singole scuole e tra scuola e impresa.
Ciò che viene posto all’attenzione è la necessità di favorire l’apprendimento di tutti gli studenti e, nel contempo, avvicinare la formazione fornita dal mondo della scuola alle competenze richieste dal mercato del lavoro, sperimentando altre metodologie didattiche basate sia sul sapere sia sul saper fare. L’alternanza potrà essere svolta anche all’estero, durante il periodo di sospensione delle attività didattiche, con la modalità di impresa formativa simulata Sono previste almeno 400 ore nell’ultimo triennio dei tecnici e 200 ore nei licei . L’alternanza scuola lavoro esce dall’occasionalità e diventa strutturale e obbligatoria. Sarà predisposta una carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza . I ragazzi potranno esprimere una valutazione sull’efficacia dei percorsi effettuati . Sarà istituito un Registro nazionale delle imprese in cui saranno raccolti enti e imprese disponibili a svolgere i percorsi. I percorsi in Alternanza, definiti e programmati all’interno del Piano dell’Offerta Formativa, sono progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica o formativa, sulla base di apposite convenzioni con le imprese e gli enti esterni partecipanti. Ai fini di un costruttivo raccordo tra l’attività di formazione svolta nella scuola e quella realizzata in azienda, il tutor interno, ossia un docente designato dall’istituzione scolastica, svolge il ruolo di assistenza degli studenti e verifica il corretto svolgimento del percorso in Alternanza, con la collaborazione del tutor aziendale, designato dai soggetti esterni, che favorisce l’inserimento dello studente nel contesto operativo, lo assiste nel percorso di formazione sul lavoro e fornisce all’istituzione scolastica ogni elemento utile a verificare e valutare le attività dello studente e l’efficacia dei processi formativi. L’istituzione scolastica, tenuto conto delle indicazioni fornite dal tutor aziendale, valuta gli apprendimenti degli studenti in alternanza e rilascia la certificazione delle competenze acquisite nei periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro. Il Dirigente scolastico, al termine di ogni anno scolastico, valuterà le strutture in cui l’ alternanza si è svolta evidenziando il potenziale formativo e le difficoltà riscontrate nella collaborazione. L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO PRESSO L’ISTITUO VINCENZO ARANGIO RUIZ Per ogni ordine di scuola è previsto un progetto di ASL. Per cui l’istituto A. Ruiz avrà:
• un progetto di ASL per il Liceo linguistico
• un progetto di ASL per l’istituto tecnico comprendente il settore AFM e il settore Informatico e di Telecomunicazioni
L’Arangio Ruiz, in linea con la Guida Operativa emanata l’ 8 Ottobre 2015 dal MIUR, ha inteso l’alternanza come modalità di lavoro e conseguenzialmente i flussi informativi e procedurali risultano essere gli stessi per i 2 ordini di scuola. Sono differenziati chiaramente alcuni percorsi formativi specifici dell’indirizzo . Per cui l’illustrazione che segue è costituita da una paret generale a cui si affiancheranno le parti specifiche relative ai 2 ordini. Il progetto di ASL dell’ Arangio Ruiz si propone come un sistema flessibile che progetta e realizza percorsi formativi in alternanza scuola-lavoro operando in sinergia con organizzazioni: imprese, associazioni di rappresentanza, camere di commercio, enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore.
22
Si realizza attraverso una pluralità di percorsi formativi articolati anche e soprattutto in funzione delle caratteristiche degli attori principali di tale approccio metodologico: gli studenti. Il progetto si prefigge di avvicinare la scuola all’azienda, per far conoscere ai futuri diplomati la realtà produttiva; vuol quindi rispondere all’esigenza degli studenti di verificare, per un periodo ma in un ambiente reale,le scelte scolastiche operate. L’istituto, anche se da tempo impegnato in attività di Alternanza, ha come obiettivo principale di questo anno quello di estendere la collaborazione a nuovi e stabili contatti aziendali , anche utilizzando il costituendo Registro Nazionale delle Imprese. Nel contempo è da osservare che la nuova Alternanza ha modificato in maniera significativa la modalità passata, dandole un carattere di obbligatorietà. Laddove prima poteva essere circoscritta ad alcune classi o, a volte, ad alcuni alunni, dall’anno scolastico in corso diventa obbligatoria per le classi terze. Ciò comporta la necessità di sistematizzare le attività di Alternanza definendo e applicando dei protocolli standard a cui tutti i soggetti coinvolti devono fare riferimento in modo da creare flussi informativi organizzati e controllati. Il progetto di Alternanza dell’ Arangio Ruiz affianca, quindi, oltre alla regolare attività progettuale tra allievi-aziende in seguito descritta, una attività di definizione di tali protocolli con la creazione di un Manuale procedurale e di una modulistica comune , avendo come principale riferimento la Guida operativa dell’ 8 Ottobre 2015, personalizzata alle esigenze della nostra scuola. Elemento fondamentale, poi, risulta essere la creazione di un Libretto dello studente (cittadino) contenente informazioni che integrano l’esperienza aziendale con il curriculum scolastico dello studente . OBIETTIVI:
• sviluppare le capacità di orientamento, di scelta e di inserimento nel mondo del lavoro;
• sviluppare la capacità di socializzazione nell’ambito della realtà lavorativa.
• rimotivare quegli allievi in difficoltà nel loro rapporto con la scuola, come fase di studio ma anche di crescita personale;
• coinvolgere gli studenti in una nuova metodologia didattica, che sperimenti l’approccio di alternanza scuola-lavoro, abituando i giovani a mettersi concretamente in gioco, in un’attività reale, che li coinvolga in un’esperienza di gruppo, esteso anche ad altre scuole, e di problem solving;
• abituare gli studenti non solo al lavoro di gruppo, ma anche fra team diversi per il raggiungimento di obiettivi comuni, replicando anche in fase didattica l’ambiente aziendale;
• abituare gli studenti a cooperare attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche , simulando anche in questo aspetto la realtà d’impresa.
• Comprendere i meccanismi del mercato del lavoro
FINALITA’
• Attuare modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo, rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza pratica;
• Arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l’acquisizione di competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;
• Favorire l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili individuali.
• Realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro e la società civile;
• Correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.
ATTIVITA’ In collaborazione con imprese, associazioni di rappresentanza, camere di commercio, enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore. coerentemente con le finalità e gli obiettivi, saranno progettati attività che rientrano nelle seguenti categorie di percorsi di formazione in “Alternanza Scuola Lavoro”

1. Stages aziendali
2. Attività in “Impresa simulata”
3. Progetti realizzati con soggetti esterni alla scuola
4. Stages/tirocini all’estero
5. Visite guidate
6. Giornate di formazione con personale esperto
7. Orientamento in uscita
8. Rapporti di collaborazione
9. Laboratori territoriali
Il progetto dell’ ARANGIO RUIZ prevede, per tutti gli ordini, la realizzazione di :
• Formazione in aula – con il contributo di esperti esterni – nelle materie:
 Sicurezza in Azienda
 Promozione imprenditorialità
 Diritto del lavoro / Formazione curriculum vitae
 Laboratori su vocazione, consapevolezza di sé, interessi e motivazione rispetto alla formazione
• Siti web realizzati con le aziende partner su problematiche relative al sociale che realizzano l’incontro tra la domanda e l’ offerta di materiale in scadenza
Per l’istituto tecnico :
• Formazione in azienda delle procedure operative aziendali
• Formazione in azienda sui servizi erogati ai clienti in relazione all’elaborazione dati per la tenuta della contabilità, la gestione del personale nei suoi aspetti previdenziali e assistenziali
• Attività in azienda di front-office e utilizzo di strumenti operativi per la gestione delle attività
• Creazione e gestione di una “mini impresa” realmente operante sul mercato del lavoro .
Per il Liceo linguistico :
• Progetto Catalogazione opere d’arte
• Siti web realizzati con le aziende partner su problematiche relative al sociale che realizzano l’incontro tra la domanda e l’ offerta di materiale in scadenza
• Formazione in azienda delle procedure operative aziendali relative a problematiche di editing, rilevazione dati del mercato , realizzazione di itinerari turistici
• Creazione e gestione di una “mini impresa” realmente operante sul mercato
• Offrire servizi di traduzione su richiesta
• Progetto “al lavoro col tedesco”
Il progetto unico ASL in generale si articolerà nelle seguenti fasi:
1. Orientamento : è la fase in cui si rilevano i bisogni del territorio, i bisogni formativi dello studente per delinearne il profilo e si sensibilizza all’alternanza.
Sono previsti incontri sulla motivazione , analisi delle competenze , redazione curriculum , presentazione di sè ,problem solving, simulazione di colloquio aziendale.
2. Preparazione allo stage aziendale : rappresenta la fase propedeutica di preparazione all’inserimento in azienda. Sono previste attività di presentazione dell’azienda, di erogazione di corsi su sicurezza in azienda e a scuola e tutela della salute , acquisizione degli strumenti operativi relativi ad un sito web , moduli di cultura del lavoro.
3. Stage : Rappresenta l’attività principale del percorso, in cui si implementa il progetto nelle fasi di fattibilità, analisi funzionale, disegno tecnico, realizzazione, test, rilascio
24
4. Valutazione : Fase di validazione degli apprendimenti formali e non formali e di certificazione delle competenze
5. Monitoraggio : Monitoraggio in itinere e finale di processo con particolare attenzione alla soddisfazione di allievi e aziende
6. Pubblicazione dei risultati : progettare interventi che hanno lo scopo di informare sui risultati conseguiti tutti gli attori coinvolti e i soggetti del territorio.

 

                                                ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO NEL NOSTRO ISTITUTO

L’ Alternanza Scuola–Lavoro è un modello di apprendimento che permette ai ragazzi della scuola secondaria superiore di svolgere il proprio percorso di istruzione realizzando una parte della formazione presso un’Impresa o un Ente del territorio.

Costituisce, pertanto, una vera e propria combinazione di preparazione scolastica e di esperienze assistite sul posto di lavoro, predisposte grazie alla collaborazione tra mondo delle organizzazioni e scuola.

L'alternanza scuola-lavoro, introdotta nell’ordinamento scolastico come metodologia didattica per la realizzazione dei corsi del secondo ciclo dall’art. 4 della legge 28/3/2003 n. 53 e disciplinata dal successivo decreto legislativo 15/4/2005 n. 77, ha l’obiettivo di assicurare ai giovani, tra i 15 e i 18 anni, oltre alle conoscenze di base, l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato di lavoro.

Ciò che viene posto all’attenzione è la necessità di favorire l’apprendimento di tutti gli studenti e, nel contempo, avvicinare la formazione fornita dal mondo della scuola alle competenze richieste dal mercato del lavoro, sperimentando altre metodologie didattiche basate sia sul sapere sia sul saper fare. L’alternanza potrà essere svolta anche all’estero, durante il periodo di sospensione delle attività didattiche, con la modalità di impresa formativa simulata

Il valore aggiunto di questo genere di percorso è rintracciabile nel legame tra scuola e territorio: l'Alternanza viene infatti progettata e attuata dall'istituzione scolastica, in stretta collaborazione con le aziende, le associazioni, gli enti pubblici e privati, espressione dei fabbisogni formativi del territorio, che insieme contribuiscono alla progettazione, erogazione e valutazione del percorso formativo in Alternanza.

Sono previste almeno 400 ore nell’ultimo triennio dei tecnici e 200 ore nei licei .

L’alternanza scuola lavoro esce dall’occasionalità e diventa strutturale e obbligatoria a partire dalle classi terze dell’anno in corso.

L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO AL RUIZ

Il progetto di ASL dell’ Arangio Ruiz si realizza attraverso una pluralità di percorsi formativi articolati anche e soprattutto in funzione delle caratteristiche degli attori principali di tale approccio metodologico: gli studenti.

L’istituto, anche se da tempo impegnato in attività di Alternanza, ha come obiettivo principale di questo anno quello di estendere la collaborazione a nuovi e stabili contatti aziendali , anche utilizzando il costituendo Registro Nazionale delle Imprese. Nel contempo, la nuova Alternanza ha modificato in maniera significativa la modalità passata. Laddove prima poteva essere circoscritta ad alcune classi o, a volte, ad alcuni alunni, dall’anno scolastico in corso diventa obbligatoria per le classi terze. Ciò comporta la necessità di sistematizzare le attività di Alternanza definendo e applicando dei protocolli standard a cui tutti i soggetti coinvolti devono fare riferimento in modo da creare flussi informativi organizzati e controllati.

Il progetto di Alternanza dell’ Arangio Ruiz affianca, quindi, oltre alla regolare attività progettuale tra allievi-aziende in seguito descritta, una attività di definizione di tali protocolli con la creazione di un Manuale procedurale e di una modulistica comune , avendo come principale riferimento la Guida operativa dell’ 8 Ottobre 2015, personalizzata alle esigenze della nostra scuola.

Il progetto ASL in generale si articolerà nelle seguenti fasi:

Orientamento : è la fase in cui si rilevano i bisogni del territorio, i bisogni formativi dello studente per delinearne il profilo e si sensibilizza all’alternanza. Sono previsti incontri sulla motivazione , analisi delle competenze , redazione curriculum , presentazione di sè ,problem solving, simulazione di colloquio aziendale.

 

Preparazione allo stage aziendale : rappresenta la fase propedeutica di preparazione all’inserimento in azienda. Sono previste attività di presentazione dell’azienda, di erogazione di corsi su sicurezza in azienda e a scuola e tutela della salute , acquisizione degli strumenti operativi relativi ad un sito web , moduli di cultura del lavoro.

Stage : Rappresenta l’attività principale del percorso, in cui si implementa il progetto nelle fasi di fattibilità, analisi funzionale, disegno tecnico, realizzazione, test, rilascio

Valutazione : Fase di validazione degli apprendimenti formali e non formali e di certificazione delle competenze

Monitoraggio : Monitoraggio in itinere e finale di processo con particolare attenzione alla soddisfazione di allievi e aziende

Pubblicazione dei risultati : progettare interventi che hanno lo scopo di informare sui risultati conseguiti tutti gli attori coinvolti e i soggetti del territorio.

Alternanza a.s. 2015-2016

Gli alunni coinvolti nei progetti sono stati complessivamente 573 , dei quali 261 alunni in obbligo ASL.

Ecco l’elenco delle attività di alternanza attuate nel corso dell’anno con le aziende del territorio :

Corso sulla sicurezza per tutte le classi terze

INFORMA GIOVANI : corso sulla motivazione per tutte le classi terze

INFORMA GIOVANI : Le classi quinte di tutti gli indirizzi hanno partecipato ai laboratori analisi delle competenze e predisposizione curriculum vitae

l’IFO- Istituti fisioterapici di Roma : traduzione in lingua tedesca di una parte del sito IFO ad opera della classe 4AL……………cco il link con il video della presentazione del progetto con i vertici dell’IFO , il Goethe Institut e ..noi http://www.mediafire.com/download/yi9x62a1c4foww5/video+ifo+cr2.mp4

ARTICOLO NOVE IN CAMMINO: gli alunni della 3CL e 3GL si sono sperimentati con attività di digitalizzazione di opere d’arte e visita al museo di Palestrina

IGS Students LAb: le classi 3AL,3BL,3DL,3EL,3FL, 3Ainf,3Binf,3Cinf,3AMM hanno realizzato un percorso di costruzione di laboratori d’impresa dove ogni gruppo ha ideato e portato a compimento la realizzazione di un’idea . Tutte le classi hanno esposto i loro lavori in una fiera d’istituto mentre solo alcune hanno partecipato alla competizione locale . 2 classi sono state premiate per migliore idea e miglior team e parteciperanno alla competizione regionale

ENI: alunni della 4Ainf e 4Binf hanno effettuato uno stage presso l’archivio storico dell’ENI. Ecco il documentario realizzato durante il periodo di stage…….il documentario realizzato è presente al seguente link :https://www.youtube.com/watch?v=qkTesR5UIso&feature=youtu.be

VISITE TURISTICHE: gli alunni della 4DL, 4BL , 5ALsi sono cimentati nel lavoro di guida turistica sotto la supervisione di una guida esperta

AGENZIA ENTRATE: stage di una giornata per la classe 4AMM

ACI : le classi quinte dell’indirizzo informatico e amministrativo e la classe 4AMM hanno effettuato uno stage per l’apprendimento delle attività aziendali

ACI : le classi quarte dell’indirizzo informatico e amministrativo hanno effettuato un corso sulla sicurezza stradale

 

BANCA POPOLARE DI SONDRIO : stage di un’alunna scelta dopo selezione

CISCO: le classi terze e alcune classi quarte hanno partecipato a seminari sulle telecomunicazoni

Visita al CED di ARUBA: le classi 4Ainf, 5Ainf,5Binf,5Cinf hanno visitato l’azienda ARUBA ad Arezzo

NTT DATA SPA : stage presso l’azienda per l’apprendimento delle procedure aziendali

 

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (locandina.pdf)Locandina la corsa di Miguel